Vignalta, amore e passione per il vino

Una produzione vitivinicola d’eccellenza all’interno del primo parco naturale del Veneto

La natura dei Colli Euganei fa da cornice ad una produzione di vini pregiati apprezzati a livello nazionale ed internazionale, con denominazione DOC Colli Euganei e DOCG Fior d’Arancio.

I Colli Euganei sono nati a seguito di diverse manifestazioni vulcaniche e sono conosciuti, tra le altre cose, per aver dato i natali ai primi vini bordolesi italiani. Nel 1870, infatti, a Lispida i Conti Corinaldi hanno portato i primi vigneti di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc in Italia.

La zona, principalmente collinare, consente ai produttori di scegliere per ogni tipologia di vitigno il terreno più idoneo per farne risaltare le qualità specifiche. Infatti, a seconda dell’esposizione “più o meno fresca”, la scelta enologica cambia passando da uve destinate a vini fermi o a base spumante nei terreni con esposizione a Nord, ad uve per vini passiti nei versanti più soleggiati e caldi. Questo, unito ad un terreno di origine vulcanica drenante e ricco di minerali e microelementi, fanno dei Colli Euganei un territorio adatto alla produzione di vini pregiati.

Tra i produttori di vino dei Colli Euganei, uno dei più importanti e riconosciuti a livello internazionale, è senz’altro Vignalta.

Vignalta nasce nel 1980 dall’intuizione di Lucio Gomiero, l’obiettivo che si è posto ce l’ha spiegato lui stesso: “Il nostro principale obiettivo è quello di diffondere la cultura del buon bere, di trasmettere l’origine dei nostri vini, l’importanza del nostro territorio. È la passione che ci guida”. Questo è stato fatto sia scegliendo attentamente le tipologie di vitigni da abbinare ad un determinato terreno, sia utilizzando tecniche di vinificazione innovative.

Gemola Colli Euganei Rosso DOC

Vignalta produce vini bianchi, vini rossi e vini da dessert. “Uno dei nostri prodotti di punta è il Gemola Colli Euganei Rosso DOC, un vino prodotto con uve Merlot e Cabernet Franc coltivate nel nostro vigneto del Monte Gemola. Il particolare terreno vulcanico permette alla vigna di essere sempre in equilibrio, anche nelle annate secche”, ci spiega Lucio, “L’altro cru è quello dell’Arquà, coltivato appunto nella zona di Arquà Petrarca. Il terreno qui è molto calcareo, era il fondo del mare che si è sopraelevato con le eruzioni vulcaniche, quindi un terreno molto magro che ci da un vino di grande concentrazione”. I prodotti dell’azienda agricola Vignalta hanno riscosso riconoscimenti importanti a livello nazionale ed internazionale. Il più importante fra tutti è senz’altro quello dato al Fior d’Aarancio Passito Alpianæ, che nel 2014 ha vinto la medaglia d’oro come primo classificato assoluto nella Top Ten mondiale alla gara internazionale in Francia “Muscat Du Monde” aggiudicandosi il titolo di “Miglior Moscato al Mondo”.

Il progetto Vignalta

L’intero progetto è stato seguito dall’enologo Filippo Lenardon, Area Manager di Enoveneta, che insieme al nostro staff tecnico ha prima affiancato il cliente nella fase di consulenza per selezionare le tecnologie migliori per le varie fasi lavorative e successivamente nello sviluppo dell’intero progetto fino alla realizzazione e start-up.

Federico Tietto, Responsabile della Produzione di Vignalta

“L’esigenza di Vignalta era quella di poter lavorare in spazi ridotti” ci racconta Federico Tietto, Responsabile della Produzione di Vignalta, “ed Enoveneta ha studiato e realizzato l’intera linea di pressatura ed evacuazione della vinaccia secondo le nostre esigenze”.

Per Vignalta Enoveneta ha fornito e realizzato: l’intera linea di ricevimento, composta da una tramoggia per il ricevimento dell’uva rossa; la linea di pressatura, composta da una pressa pneumatica PPC-70 PLUS, un nastro per l’evacuazione della vinaccia ed un nastro per il caricamento della pressa; ed infine tutte le tecnologie necessarie a legare le varie fasi di lavorazione come una pompa a girante flessibile T60 ed una pompa a rotore ellittico EVP. Lucio ci spiega come viene gestito il ricevimento dell’uva durante la vendemmia: “Riceviamo le uve bianche in cassetta e vengono scaricate intere direttamente nella pressa, il mosto poi viene decantato a freddo senza l’uso di enzimi, con questo metodo realizziamo i vini bianchi e le basi per il nostro metodo classico. Le uve rosse invece arrivano in tramoggia dove vengono pigiate e successivamente inviate nei serbatoi di fermentazione”.

La linea di pressatura targata Enoveneta, tanta tecnologia per un prodotto eccellente

Pressa pneumatica PPC-70 PLUS

Il cuore del progetto Vignalta è la linea di pressatura, dove troviamo una pressa pneumatica PPC-70 PLUS, che con la sua capacità di 70 Hl può pressare fino a 5,2 Ton di uva intera o 20 Ton di uva diraspata/pigiata.

Uno dei punti di forza delle presse Enoveneta è legato alla pulizia delle stesse, infatti tutti i modelli sono studiati per poter essere facilmente lavati durante la vendemmia, proprio come ci spiega Federico: “Una delle esigenze principali della nostra cantina è quella di riuscire a pigiare uva bianca al mattino e magari uva rossa al pomeriggio, o viceversa, e in queste circostanze è molto importante la pulizia della pressa in quanto non deve esserci alcuna contaminazione. Sotto questo punto di vista abbiamo trovato un prodotto molto valido in quanto grazie alle bocchette esterne per la pulizia delle canaline a al facile inserimento dell’operatore all’interno del cilindro, la pressa viene sempre pulita accuratamente”.

Canaline drenanti trapezoidali Enoveneta

Un altro vantaggio riguarda la struttura delle canaline drenanti e ce lo conferma anche Federico che dice: “Abbiamo tratto dei vantaggi anche dalle canaline in quanto, essendo trapezoidali, favoriscono la sgrondatura ed evitano l’intasamento delle stesse”.

Inoltre, la semplicità d’uso del software di gestione della pressa che equipaggia tutti i modelli Enoveneta consente di programmare qualsiasi fase di lavoro della macchina. Questo consente all’operatore di impostare ad esempio: rotazioni, tempi di pressatura e tempi di sgrondatura. Infine, la possibilità di non far effettuare alla pressa alcuna rotazione, è un’opzione utile per tutti i produttori di metodo classico. Oggi il mercato non richiede più solamente la fornitura del singolo prodotto ma vengono richieste personalizzazioni e servizi completi. Enoveneta, con progetti come quello di Vignalta, dimostra ancora una volta di essere il partner tecnologico ideale per i propri clienti, in grado di seguire qualsiasi produttore, dalla piccola cantina agli impianti industriali.