Don Guerino: una moderna azienda vinicola con tecnologie all’avanguardia

Una delle più belle cantine del Brasile conosciuta per la qualità dei vini, l’architettura e il bellissimo paesaggio dei vigneti che circondano l’azienda

La storia di Don Guerino inizia nel 1879, quando Guerino Motter arrivò nel sud del Brasile dall’Italia. Inizialmente l’azienda vendeva le proprie uve ai grandi produttori di vino del paese. Solo nel 2000 la famiglia Motter decise di iniziare a produrre vino con una propria etichetta. Venne quindi progettata e costruita una moderna cantina attrezzata con le migliori tecnologie per la vinificazione, per produrre vini di alta qualità.

Oggi Don Guerino coltiva 55 ettari di vigneti, a 450 metri di altitudine, commerciando i propri vini in tutto il Brasile e in molti paesi esteri come: USA, Regno Unito, Germania e Austria. Vengono coltivati vitigni francesi come lo Chadronnay, il Sauvignon Blanc e il Merlot, vitigni italiani come il Moscato Giallo e il Teroldego, ma anche due vitigni argnetini il Malbec e il Torrontés.

Grazie ad una raccolta selettiva e attenta dell’uva, unita ai più moderni metodi di vinificazione, Don Guerino produce alcuni dei migliori vini del Brasile.

Enoveneta per Don Guerino

L’azienda voleva utilizzare le migliori tecnologie per ogni fase del processo produttivo, ed è per questo che si è rivolta a noi. Insieme al nostro distributore per il mercato brasiliano, Enobrasil, abbiamo fornito a Don Guerino tutte le tecnologie necessarie.

Per la diraspatura e pigiatura dell’uva è stata fornita una diraspatrice TOP-15 con cilindro e albero elettrolucidati, in grado di lavorare fino a 15 ton/h di prodotto, accoppiata ad una pompa peristaltica PEV-150.

Per quanto riguarda la pressatura abbiamo fornito una pressa pneumatica inertizzata, PPC-70-N2, da 70 hl completa di: lavaggio automatico, pompa a girante flessibile T80 a bordo macchina, canaline elettrolucidate e generatore di azoto. Inoltre, come tutte le nostre presse pneumatiche, è equipaggiata con un PLC in grado di monitorare ogni fase di lavorazione della macchina.

Infine, Don Guerino si è rivolto a noi anche per quanto riguarda le tecnologie per la filtrazione e l’imbottigliamento del vino. Sono stati forniti un filtro tangenziale automatico CF-48, un’unità con 3 moduli filtranti da 48 mq complessivi, un filtro pressa FRP-400×400 con 40 piastre, un impianto di microfiltrazione da 2000 l/h e un impianto di imbottigliamento in grado di lavorare 1200 bottiglie/h di spumante e 2300 bottiglie/h di vino fermo.